News

Asia Centrale


 Il paesaggio dell'Asia Centrale potrebbe suddividere in vaste steppe erbose del Kazakistan a nord e il bacino di drenaggio del Lago d’Aral, nel sud. Circa il 60 per cento della regione è costituita della zona desertica, i principali deserti sono il Kara-Kum, che si occupa la maggior parte del Turkmenistan, e il Kyzyl-Kum, che copre gran parte dell'ovest di Uzbekistan. La maggior parte delle zone desertiche sono inadatti per utilizzare in agricoltura, tranne ai bordi dei fiumi Amu Darya e Syr Darya, che si snodano a nordovest attraverso Kirghizistan, Tagikistan ed est Uzbekistan e il Turkmenistan dopo la salita in catene montuose al sud e ad est. Questi due grandi fiumi corrono verso lago d'Aral e forniscono la maggior parte delle risorse idriche della regione, se anche Kazakistan del nord viene irrigata dai fiumi che scorrono dalla Russia del nord. Ad est ed al sud Asia Centrale confina con Altai dell’ovest e le altre alte catene montuose che si estendono in Iran, Afghanistan e la parte occidentale di Cina.

Asia Centrale vive alle condizioni climatiche molto asciutte, e le precipitazioni inadeguate hanno portato la forte dipendenza dai fuimi Sir Darya e Amu Darya per l'irrigazione. In generale, la zona sente estati calde e inverni freddi, con tanto sole e  poca quantita` di precipitazione. La scarsità di acqua ha portato alla distribuzione della popolazione molto irregolata, con la maggior parte delle persone che vivono lungo le rive fertili dei fiumi o nei piedi delle montagne fertili nel sud-est; relativamente pochi vivono nelle vaste distese aride della parte centrale ed occidentale di Kazakistan ed ovest Uzbekistan e Turkmenistan.

I cinque maggiori gruppi etnici in Asia Centrale sono, in ordine della quantita` della popolazione, uzbeko, kazako, tagico, turkmeno, e kirghizo. Tutti questi gruppi parlano alle lingue relative alla turca fatta tranne il tagiko, che parlano alla lingua relativa a persiana. L'Islam è la religione dominante con la maggior parte aderenti appartenenti al sunnita. Secpndo il risultato di incorporazione storica della regione in Russia e poi all'URSS, un gran numero dei russi ed ucraini conferiscono un carattere distintivo e multietnico. La crescita della popolazione in Asia Centrale è stato molto rapido nel 20° secolo a causa dell’aumento di natalità e le condizioni sanitarie sovietiche positive, che hanno portato alla riduzione della mortalità. La regione ha sperimentato problemi ambientali alla fine del 20° secolo a causa degli effetti dello sviluppo rapido di agricoltura, l'eccessiva dipendenza d’irrigazione, e le conseguenze di sperimentazione delle armi nucleari sovetiche in alcune zone.

L'attività economica dell'Asia Centrale era incentrata sull'agricoltura irrigata nel sud e sull'industria pesante e leggera e l'estrazione in Kazakhstan. Durante l'era sovietica, l'Asia Сentrale abbia fornito la maggior parte del cotone dell’Unione Sovietica ed era l’importante fornitore di carbone e degli altri minerali della destinazione industriale. Coltivazione del cotone è sviluppata ad est e sud-est, mentre e` stata una certa coltivazione secca di grano nelle province dell'estremo nord del Kazakistan, dove alle terre vergini ed inattive sotto il programma sovietico degli anni 1950 ha portato molta steppa sotto l'aratro per la prima volta.

L'occupazione umana dell'Asia Centrale risale alla fine dell’epoca Pleistocene, circa 25.000 a 35.000 anni fa, ma i primi gruppi umani identificabili a vivere c'erano i Cimmeri e Sciti (nel 1° millennio aC) ad ovest e il popolo di Hsiung-nu (dal 200 aC) ad est. Nel 6° secolo aC le prime popolazioni turche hanno stabilito l’impero che è durato per due secoli e fortemente influenzato al carattere successivo etnico della regione. Un altro popolo turco, gli uiguri, è salito alla dominanza nel 8° secolo, e in seguente il loro dominio passato ai Khitan e poi ai Karakhanidi, la popolazione turca strettamente legata agli uiguri. La zona progressivamente è stata islamizzata all’inizio del 11°-12° secolo, che il processo era praticamente completato nel 15° secolo. Nel 13° secolo i mongoli hanno assunto quasi tutta l'Asia Centrale, e la loro regola sotto forma di vari khanati indipendenti durò fino conquiste di Timur circa nel 1400. Dopo la rottura della sua dinastia, il sud dell'Asia Centrale si divise in diversi khanati rivali che sono governati dai suoi discendenti. Entro la fine del 15° secolo tutti questi possedimenti Timuridi sono stati sotto le mani del popolo uzbeko.

La conquista della Russia nell”Asia Centrale è iniziata nel 17° secolo e continuò fino agli ultimi khanati uzbeki indipendenti furono catturati o trasformati in protettorati nel 1870. Il regime sovietico ha sostituito dello zar russo dopo la rivoluzione russa nel 1917, e successivamente, il territorio è stato più integrato nel sistema sovietico attraverso l'economia pianificata e miglioramento delle comunicazioni. Negli anni 1920 e '30 il governo sovietico ha creato cinque repubbliche socialiste sovietiche in Asia Centrale: Kazakstan SSR, Uzbekistan SSR, Kirgizistan SSR, Tagikistan SSR, e Turkmenistan SSR. Durante l'epoca sovietica, il sud dell'Asia Centrale ha intrapreso su larga scala della coltivazione di cotone per fornire l'industria tessile dell'URSS con la materia prima. Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, tutte le cinque repubbliche socialiste sovietiche dell'Asia Centrale hanno ottenuto la loro indipendenza nel 1991, diventando le nazioni sovrane ed indipendenti del Kazakistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Tagikistan, e Turkmenistan.


ENGLISH FRANCAIS ITALIANO РУССКИЙ DEUTSCH

Uzbekistan Hotels

Central Asia Tours

Hotel in Asia centrale

Useful Links
The Governmental portal of the Republic of Uzbekistan
Ministry of Foreign Affairs
National Company "Uzbekistan Airways"
National company "Uzbektourizm"
APTA - Association of Private Tourism Agencies