News

Viaggi


Uzbekistan viaggi

SULLA GRANDE VIA DELLA SETA DELL’UZBEKISTAN

Destination: Uzbekistan
Route: TASHKENT-FERGANA-RISHTAN-MARGILAN-TASHKENT-KHIVA-BUKHARA-SHAKHRISABZ-SAMARCAND-TASHKENT
Duration: 12notti/13giorni
“SULLA GRANDE VIA DELLA SETA IN UZBEKISTAN”
TASHKENT-FERGANA-RISHTAN-MARGILAN-TASHKENT-KHIVA-BUKHARA-SHAKHRISABZ-SAMARCAND-TASHKENT

1-o Giorno - Tashkent. (Cena)
Arrivo a Tashkent. Tashkent – e’ la capitale dell’Uzbeksitan Independente, e’ una citta’ cosmopolita ñhe si trova nel cuore dell’Asia Centrale, incrocio di diverse culture. La citta’ fu l’antico centro della Grande Via della Seta, dove anche oggi si puo’ vedere i frammenti della citta’ vecchia. Trasferimento all’albergo. Check in. Tempo in disposizione. Cena. Pernottamento in albergo.

2-o Giorno – Tashkent-Kokand-Fergana (350km).(Colazione, pranzo, cena)
Colazione. Check out. Partenza per la Valle di Fergana, un’antico luogo della Grande Via della Seta con il centro di produzione di seta nell’Asia Centrale. Si passa la catena di Tien Shan e il passo Kamchik (2200 m). Durante questo viaggio si puo’ vedere dei belli paesaggi e la natura, le campagne. Si ferma per strada per pranzo. Pomeriggio la visita di Kokand – una volta fu la capitale del Khanato di Kokand nei sec. XVIII-XIX: Il Palazzo del Khan e il Museo; la Moschea; la Madrasa. La visita di Fergana, e’ una citta’ verde della valle – fu fondata dai cosacchi russi dove nel centro della citta’ si trova la casa del governatore generale e’ la testimonianza della storia russa del paese. Check in. Tempo in disposione. Cena. Pernottamento in albergo.

3-o Giorno – Fergana-Rishtan-Margilan-Fergana (200km)
La mattina partenza per Margilan, al centro di seta piu’ grande nell’Asia Centrale. Abbiamo l’opportunita’ di vedere il vecchio processo di produzione della seta e osservare i colori carasteristici ed i modelli portati dai commercianti cinesi e persiani. Trasferimento a Rishtan, il centro di Ceramica. Qui ci sono piu’ di 2000 laboratori ñhe producono bella ceramica: la visita di casa di un famoso ceramista Rustam Usmanov, uno dei primi laboratori in Uzbekistan. Pranzo nella casa di ceramista. Tra i secoli studiavano i modelli e i colori dopodiche’ applicavano per fare la ceramica locale. Pomeriggio ritorno a Fergana. Tempo in disposizione. Cena. Pernottamento in albergo.

4-o Giorno - Fergana -Tashkent.
Colazione. Check out. Partenza a Tashkent. Al ritorno check in. Riposo. Cena. Pernottamento in albergo.

5-o Giorno - Tashkent-Khiva
Colazione. Check out. Partenza per Urgench con il volo. Arrivo a Urgench. Trasferimento a Khiva (35 km.). Check in. Tempo in disposizione. La visita di Khiva: l’Eredita’ Mondiale di Ichan Kala, una delle citta’ piu’ preservati nella Grande Via della Seta con l’architettura medievale nel mondo dell’Islam.
Visita a Ichan Kala, la fortezza con molti minareti circondati da cupole e case ed edifici ñhe riflettono la ricca tradizione architettonica orientale. L’entrata principale a Ichan-Kala va da Ata Darvaza (vuol dire “la porta del padre”) al bel Minareto Kalta Minar vicino alla Madrasa Muhammad Amin Khan (XIX c.) Kunya Ark (con vista panoramica di Khiva) – fortezza e residenza dei sovrani di Khiva, fu costruita la prima volta nel XII sec. da Ak Sheikh Bobo e poi ampliata dai khan di Khiva nel XVII sec.; il centro ed i quartieri rezidenziali, le moschee, il palazzo del khan, l’harem, la zecca, l’arsenale, la scuderia e la prigione; la Tomba di Sayid Allauddin; Il Mausoleo di Pakhlavan Mahmud - il Mausoleo piu’ sacro di Khiva; la Madrasa di Shergazi Khan; la Madrasa di Islam Khodja e il Minareto; la Moschea Juma (vuol dire “venerdi’” (X sec.) – e’ interessante con 218 colonne di legno del X sec. attuale edificio e’ del XVII sec.; Tash Khauli (vuol dire “la casa di pietra”) – fu costruito tra il 1832 e 1841. Ritorno all’albergo. Cena. Pernottamento in albergo.

6-o Giorno – Khiva - Toprak Kala- Khiva
Colazione. La mattina partenza per Karakalpakstan, la Repubblica Autonoma in Uzbekistan. La visita: la vecchia fortezza Ayaz-Kala, Toprak-Kala e Kyzil-Kala – una volta fu il centro della vecchia civilizzazione dei nomadi e delle culture nell’Asia Centrale. Ritorno a Khiva. Cena. Pernottamento in albergo.

7-o Giorno - Khiva- Bukhara (450 km.)
Colazione. Partenza per Bukhara tra il Deserto Kyzyl-Kum (vuol dire “sabbia rossa”, 480 km.). Fermata per strada: vista panoramica del fiume Amudarya e le iurte (vuol dire “tende di feltro dei nomadi dell’Asia Centrale”); picnic. Arrivo a Bukhara. Check-in. Cena. Pernottamento in albergo.

8-o Giorno - Bukhara
Bukhara e’ veramente una citta’ dell’Eredita’ Mondiale UNESCO. E’ famosa come una citta’ piu’ viva nell’Asia Centrale. La giornata e’ dedicata alla visita della citta’: Arc e dintorni – questa citta’ nella citta’ e’ la struttura piu’ antica di Bukhara, abitata dal V sec. fino al 1920; in cima della rampa d’ingresso c’e’ la Moschea Juma (vuol dire “venerdi’”) del XVII sec; Il Mausoleo di Ismail Samani (IX-X sec.) – fondatore della dinastia Samanide, una dei monumenti piu’ antichi della citta’; la sua delicata muratura in terracotta cambia gradualmente “fatezza” nel corso di giornata; Chashma Ayub (XII-XVI sec.) – sopra una fonte, il nome significa “Fonte di Jobbe” e bazar; la Moschea ó il Minareto Poyi Kalon (XII-XX sec.), per le grandi assamblei e in grado di contenere 10 000 persone; I Tre Bazar Coperti (le Cupole Commerciali, XVI sec.) – Toki Zargaron (Gioiellieri); Toki Telpak Furushon (Cappellai) ; Toki Sarafon (Cambiavalute); la Moschea Magoki Attori (XII sec.) – vuol dire “piazza dell’erborista”, un grandioso edificio ñhe riesce ad armonizzare la facciata del XII sec.; la Piazza Lyabi Khauz (XVI –XVII sec.) – una piazza costruita intorno a una vasca nel 1620; sul lato est della piazza c’e’ la statua di Nasreddin Khoja, “il folle saggio”, a l’est della statua si trova la Madrasa Nodir Divanbeghi, costruita come caravanserraglio, trasformata alla madrasa nel 1630; sul lato occidentale della piazza c’e’ Khanaka di Nodir Divanbeghi, ñhe risale allo stesso periodo della madrasa; Il Quartiere Ebraico – una passeggiata. Cena. Pernottamento in albergo.

9-o Giorno - Bukhara
Visita dei dintorni della citta’. Il Mausoleo Bakhautdin Nakshbandi, il piu’ famoso di Bukhara; la Necropoli Chor-Bakr - la citta’ dei morti con piccole vie, dahma (tombe famigliari), porte, patii, pietre tombali; Sitorai Mokhi Khosa - la residenza estiva dell’emiro di Bukhara - e’ il nuovo palazzo costruito nel 1912-1913 di eccezionale valore artistico. La sala e’ decorata con gli ornamenti esquisiti. Le pareti sono coperti con gli specchi. Cena. Pernottamento in albergo.

10-o Giorno - Bukhara – Shakhrisabz – Samarcanda
Trasferimento a Shakhrisabz, la patria di Tamerlano, passando per le belle montagne e dei villaggi remoti dove la gente ancora usa gli asini come il mezzo di trasporto. La visita della citta’: Ok Saray (vuol dire “Palazzo Bianco”) costruito all’inizio del XV sec.; Il Complesso Dorus-Saadat costruito da Tamerlano in onore di suo figlio minore favorito, morto nel 1375, al cui interno si visita la Moschea Khazrati-Imam, Il Mausoleo di Jahangir, la Crypta di Tamerlano; Il Complesso Dorut –Tilavat, e’ composto di Moschea Kok-Gumbaz e il Mauosleo Gumbazi.

11-o Giorno - Samarcanda
Colazione. La visita della citta’: La Piazza Reghistan – vuol dire “la piazza sabbiosa”, complesso di maestose imponenti madrase, una profusione esagerata di maioliche: la Madrasa di Ulughbek – fu ultimata nel 1420 dove una volta qui sheikh Khoja Akhrar e il poeta Jami studiavano, fu costruita sull’ordine del nipote di Tamerlano. Le porte di questa madrasa sono decorate con le stele e maiolica spirale, una volta questa madrasa fu la grande universita’ dell’Asia Centrale nel XV sec. Il portale e’ decorato con le tigri e gazzelle; la Madrasa di Sher Dor (vuol dire “leone”) – fu ultimata nel 1636; la Madrasa di Tilya Kari (vuol dire “rivestita d’oro”) – e’ la terza madrasa nella Piazza Reghistan che fu ultimata nel 1660, sull’ordine di Bahadur Yalangtush 10 anni dopo la Madrasa Sher Dor - c’e’ la moschea ñhe ha un bellissimo soffitto ricoperto di oro musivo; la Moschea Bibi Khanum – fu costruita da Tamerlano dopo la conquista dell’India 1399. Gli architetti, gli artigiani dai diversi paesi conquistati da Tamerlano partecipavano nella costruzione di questa moschea; Shakhi Zinda (vuol dire “re vivente”)- uno degli edifici piu’ antichi della citta’; e’ una necropoli sul pendio Afrosiayb, dove si trova la tomba di Kusam ibn Abbas, il cugino di Profeta Moukhammed ñhe viene a Samarcanda nel VII sec. Il sacro lugo di pellegrinaggio viene visitato dal XI sec. Ci sono 20 mausolei costruiti dal XI-XIX sec. Il complesso appari’ intorno alla tomba di Kusam ibn Abbas; l’osservatorio di Ulugbek – costruito tra il 1420-1430 - il centro delle scienze medievale a Samarcanda; Mausoleo Gur Emir – XV sec., la tomba di Tamerlano, costruito sull’ordine di Tamerlano per suo nipote preferito Muhammad Sultan; la visita di Afrasiyab – la vecchia Samarcanda, e’ il sito archeologico, dove si vedono i resti di vecchia Samarcanda – i Greci la chiamavano Marakanda; il Museo Archeologico presenta i reperti di Afrosiyab: il modello della vecchia citta’, le mura della fortezza, il laboratorio di ceramica, gli oggetti di ceramica, gli armamenti, le monete, l’altare, e la pittura murale del VII sec.; l’osservatorio di Ulugbek – costruito tra il 1420-1430, si trova su una collina Kuhak. Qui gli scienzati composero la famosa "Tabella di Stelle". Ritorno all’albergo. Cena. Pernottamento in albergo.

12-o Giorno – Samarcanda-Tashkent
Partenza per Tashkent. Pranzo a Tashkent. Pomeriggio visita della citta’.
La vista della citta’: Il Museo delle Arti Applicate – fu commissionato in origine da Alexander Polovtsev, un ricco diplomatico zarista; il Complesso Khazrat Imam (sec. XVI) – e' il cuore religioso ufficiale della repubblica, che include Madrasa Barakhan –XVI sec.; l’Istituto Islamico – un’academia di speciliazzazione post madrasa; Il Mausoleo di Abu Bakr Kafal Shashi – risalente IX sec.; visita del Corano originale del Califfo Osman – risalente al VII sec., Chorsu bazar; la Piazza della Fratellanza tra i Popoli – costruita nel 1981; la Piazza dell’Indipendenza. Cena. Pernottamento in albergo.

13-o Giorno - Tashkent
Check out. Trasferimento per l’aeroporto. Partenza per la destinazione.

Indietro Prenotare!!!

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ÐÓÑÑÊÈÉ DEUTSCH

Uzbekistan Hotels

Hotel Uzbekistan


Sgl: $ 50 Tw: $ 70

Grand Mir Hotel


Sgl: $ 120 Tw: $ 150

Radisson Blu


Sgl: $ 155 Tw: $ 185

Central Asia Tours

Hotel in Asia centrale

Useful Links
The Governmental portal of the Republic of Uzbekistan
Ministry of Foreign Affairs
National Company "Uzbekistan Airways"
National company "Uzbektourizm"
APTA - Association of Private Tourism Agencies